Blog

Hyper Cloud Data Center di Aruba al Tecnopolo Tiburtino

Un importante accordo è stato raggiunto tra Tecnopolo S.p.A. ed Aruba, leader nei servizi di data center, cloud, web hosting, e-mail, PEC e registrazione domini.

Nell’area del Tecnopolo Tiburtino verrà realizzato, entro la primavera 2020, il nuovo “Hyper Cloud Data Centerdi Aruba.

Il data center campus, progettato su un’area di 74 mila metri quadri, rispetterà i massimi standard di resilienza e qualità infrastrutturale. Al suo completamento sarà certificato – al pari di IT1 e IT3 – Rating 4 secondo lo standard ANSI/TIA 942-A e, oltre ad essere collegato alle principali dorsali internet, disporrà di interconnessioni multiple con il campus di Arezzo (IT1 e IT2) e con Global Cloud Data Center (IT3).

Si tratta del quarto data center italiano di Aruba, che va ad aggiungersi ai due di Arezzo e al Global Cloud Data Center di Ponte San Pietro (BG).

L’Hyper Cloud Data Center intende diventare il principale punto di riferimento nell’ambito dei servizi e soluzioni di data center – fisiche e in cloud – per le imprese, la Pubblica Amministrazione, gli Enti Locali e per il settore del banking e finance.

L’Hyper Cloud Data Center di Roma offrirà soluzioni di business continuity e disaster recovery per Enterprise e Pubblica Amministrazione.

Un progetto importante anche dal punto di vista ambientale in quanto sarà un Data Center 100% Green.

Il Data Center sarà alimentato da energia 100% rinnovabile dalla provenienza certificata a livello europeo dalla Garanzia di Origine (GO).

Hyper Cloud Data Center – Principali caratteristiche del progetto:

  • Area di 74.000 m² con 52.000 m² di superficie destinata a data center, di cui oltre 30.000 m² alle sale dati.
  • Fino a 66 MW di potenza raggiungibile, prodotta al 100% da fonti rinnovabili
  • Completamente ecologico grazie all’uso di energia rinnovabile certificata a livello europeo tramite Garanzia di Origine (Certificazione GO), alla quale si aggiunge l’autoproduzione di energia fotovoltaica e l’uso di sistemi di raffreddamento ad efficienza ottimizzata (free-cooling)
  • Collegamenti backbone con i data center IT3 di Ponte San Pietro (BG) e IT1 e IT2 di Arezzo, ed esterni verso internet sia da nord che da sud
  • Massimi livelli di sicurezza logica e fisica con controllo degli accessi e perimetri di controllo multipli
  • Progettato e gestito per rispondere ai requisiti delle certificazioni: Rating 4 ANSI/TIA 942-A, ISO 9001, 27001, 14001 e 50001
  • Data center carrier neutral con servizi di connettività gestita, collegamenti ridondati in fibra e trasporti dedicati
  • Aree uffici e magazzini a disposizione dei clienti
  • Previste circa 200 assunzioni
  • Location facilmente raggiungibile dagli aeroporti internazionali di Fiumicino e Ciampino e dalle stazioni di Roma Termini e Roma Tiburtina